Il lavoro sui cani da ferma e sui cani da cerca si basa sull’analisi delle doti caratteriali e venatorie dei soggetti (senza testarle non può essere svolto alcun tipo di lavoro produttivo).
Con questi cani in particolar modo, l’addestratore “non inventa nulla” ma può lavorare solo in presenza di buone capacità genetiche tramandate dagli avi.
Il compito dell’istruttore sarà quello di lavorare direttamente sul cane nell’insegnargli ad approcciare correttamente il selvatico, nella cerca, nella ferma (solo per i cani da ferma, i cani da cerca dovranno scovarlo) e nel riporto.
L’istruttore provvederà anche a formare il binomio nella relazione in modo tale da migliorare ulteriormente l’intesa tra il cacciatore e il suo ausiliare nell’attività venatoria.

 
 
 

Il mio Curriculum Vitae

© Tutti i diritti riservati Bernardino Deiana. | p.iva 03735530929 | sito creato da @andymnc